Back To Top

Come tenere alta l’attenzione sul tuo sito

pesce rosso e soglia dell'attenzione

Come tenere alta l’attenzione sul tuo sito

La conosci la storia del pesce rosso che ha una soglia dell’attenzione di 9 secondi ed è superiore a quella di un essere umano che arriva a malapena a 7?
Non sono qui a raccontartela di nuovo è solo che questa triste verità mi ha ricordato la storia del mio pesce rosso che di attenzione nei miei confronti non ne aveva nessuna e di quanto questo fatto abbia a che fare con i siti web e i visitatori che se ne vanno senza mai contattarci.

Proviamo a capire perché si comportano in questo modo, ti va? VIA!

Mr Dabolina e le strategie per farmi notare

Beh di pesci rossi ne ho avuto solo uno. Si chiamava Mr Dabolina🐠, il classico pesciolino in busta vinto alla Fiera di Asti dopo una pescata alle ochette.

Era un Premio speciale🏅 prima di tutto perché era un trofeo “vivo” e poi perché, contro ogni pronostico, e’ vissuto 7 anni.

Dal mattino seguente, la prima cosa che mi premeva era attirare la sua attenzione e diventare importante come lo si diventa per un animale domestico. I pesci, ok ora lo so, non regalano grosse soddisfazioni ma credimi le studiavo tutte per farmi notare e non essergli totalmente indifferente. Eppure nemmeno quando mi sbracciavo o infilavo brutalmente la mano per farlo muovere, Mr Dabolina reagiva mai.

Tranne che per un SOLO momento.

Se per sbaglio mi avvicinavo o aprivo la scatola della pappa, il pesce partiva a fare il giro della vasca, mi guardava fisso ed io esultavo come una pazza urlando a mia madre “mi sta guardando, vedi vedi ?!” . Altro che 7 secondi non mi mollava più!

Il dunque è che io sono pazza sicuro ma, quel pesce, reagiva e stava attento solo esclusivamente se aveva fame.

Cosa c’entra questa storia con i siti web? La maggior parte di noi cerca di fare le stesse acrobazie per attirare nuovi clienti e spingerli a contattarci sul sito, sui social e dietro i banconi dei nostri negozi. L’attenzione dei nostri “passanti” però, non dipende dalle trovate artistiche che mettiamo in atto ma da quello che offriamo loro.

La persona che visita il tuo sito ha un bisogno: puoi soddisfarlo?

Ecco la persona che visita il tuo sito è come Mr Dabolina, credimi cambiano gli ambienti, da acquatico a virtuale…ma sempre di ricerca di attenzione si parla 😂

Il tuo utente, come un pesce rosso, si attiva solo quando mostri esattamente quello di cui ha bisogno o cattura la sua attenzione.

Tutto questo avviene in fretta perché se nulla lo convince uscirà e continuerà a girare il web alla ricerca di altri concorrenti e possiamo essere certi troverà quello che desidera.

Quindi come si conquista un utente con cosi poco margine di tempo?

Tu vuoi che ti noti, stia sul sito il tempo giusto per capire cosa puoi fare per lui e si convinca a cliccare su quel dannato bottone per scriverti.

Non è vero?

Ma se è vera la teoria della soglia di attenzione di un essere umano stimata intorno ai 6-8 secondi, un utente difficilmente si perderà a leggere pagine e pagine di servizi. Bisogna adottare alcuni accorgimenti per farci notare fin dal primo secondo senza mai perdere la sua attenzione, anzi continuando ad alimentarla sempre.

Ecco perché sul web trovi tantissimi siti pieni di animazioni, video o layout sensazionali sono tutti tentativi per mantenere alta l’attenzione del visitatore.

Quando progetto un sito mi calo nei panni di Mr Dabolina. Sarai d’accordo con me che non saranno solo gli effetti speciali, le belle foto o l’ultimo tema fiammante di WordPress a spingermi a chiamarti o acquistare da te.

E’ importante offrire una esperienza che faccia scattare la magia tra te e l’utente. Una formula che unisce informazioni utili, estetica, facilità di utilizzo, esperienza di navigazione emozionante che lo convinceranno a conoscerti meglio e approfondire.

La formula per soddisfare i bisogni e tenere le persone con te

Il sito web che conquista è quello che risponde meglio alle esigenze dei tuoi clienti e in meno di 7 secondi. Il mio lavoro consiste nel trovare costantemente un metodo per tenere agganciati i visitatori al sito.

Certo ogni caso è a se, ma questi sono gli elementi che secondo me sono universali e non dovrebbero mai mancare:

  • Indicazioni chiare di Cosa fai e quale problema risolvi
    Quando un utente arriva sul sito aziendale è importante far capire sin dalle prime righe di cosa ti occupi e come puoi essergli utile. Solo cosi attirerai persone realmente interessate a te e a quei servizi che approfondiranno e non salteranno qua e là per poi andarsene.

  • Fare una prima impressione di impatto e sempre positiva
    L’abito non fa il monaco ma il 48% degli utenti pensa che il design del sito web sia un fattore determinante per la credibilità di un’azienda.
    Nessuno di noi si presenterebbe ad un primo appuntamento in ciabatte o con un vestito rotto, no?
    Un professionista e una azienda mostra se stessa al meglio per ottenere credibilità e fiducia. Se vuoi che il tuo servizio piaccia oltre ad essere utile lo devi presentare bene.

  • Aiutare l’utente a compiere l’azione che vorrebbe in modo facile
    Bottoni, moduli di contatto, numeri di telefono e indicazioni devono essere sempre a disposizione dell’utente che vuole finalizzare con te. Un utente non dovrebbe mai saltare di pagina in pagina per raggiungere il modulo contatti o fare peripezie per trovare il tuo numero di telefono. Forniscigli sempre gli strumenti più utili, è fantastico vedere quando aumentano i contatti se glieli fornisci più volte nella pagina!

  • Regalare una esperienza piacevole di navigazione
    E qui si parla di design, l’arte di creare una storia visiva che accompagni l’utente e lo colpisca piacevolmente. Oltre a presentare le informazioni utili in modo leggibile e semplice, i menu dovranno essere ben organizzati, le fotografie grandi e di qualità eccellenti, video esplicativi, collegamenti ottimali, piccoli movimenti che risveglieranno la sua attenzione. Tutti questi elementi faranno del tuo sito uno strumento professionale che genererà positivi riscontri.

Siamo arrivati alla fine di questa lunga storia su come attirare l’attenzione sul tuo sito e spero di averti dimostrato quali tecniche e strategie è bene usare per avere uno strumento che piace. Ci sarebbero altri mille accorgimenti di cui parlare su questo argomento ma ho voluto focalizzarmi sull’utente e quali sono gli elementi chiave per lasciare il segno dal 1° secondo. Ora tocca a te!

Post a Comment